Regali brutti: la nostra top 5!

Regali brutti: siamo tutti stufi di riceverne (e di farne). Accade ogni volta che ci sono feste, compleanni, zie che non vediamo da anni, persone con poche idee… Abbiamo quindi pensato di presentarvi la nostra top 5 dei regali brutti, immaginando anche di darvi un suggerimento finale con cui interrompere questo circolo vizioso.

Rosa

Natura morta

Al quinto posto della nostra speciale classifica si colloca la composizione di fiori finti. E’ il compleanno della vicina di casa, o l’anniversario della cugina della cognata, e le idee scarseggiano. Si opta quindi per una bella natura morta (nel vero senso della parola) che possa decorare le splendide mensole del mobile del soggiorno. O il sacco dell’immondizia, a seconda di quanto il regalo sia apprezzato…

All’inglese

La medaglia di legno dei regali brutti la vince, invece, un oggetto di per sè prezioso, ma pensato male: il servizio da tè d’argento per due. Qualcuno potrebbe restare stupito: questo item ha avuto fortuna, negli anni, all’interno delle liste nozze di mezza Italia. Eppure, a ben pensarci, merita a pieno titolo di stare nella nostra classifica. TeL’argento, come tutti sanno, è uno dei migliori conduttori al mondo. Immaginare un servizio da tè d’argento per due, quindi, significa, di fatto, offrire lavoro al reparto ustioni degli ospedali del nostro paese. Negli istanti successivi all’immersione nella calda e gustosa bevanda regale, infatti, il cucchiaino in argento raggiunge rapidamente temperature vicine a quelle del sole. L’ignaro bevitore inizia a sentire un lieve tepore sui propri polpastrelli e, di conseguenza, è indotto ad avvicinare lo strumento del demonio alle proprie labbra. E lì avviene il fattaccio. Ustione di terzo grado e viaggio al pronto soccorso. Grazie, parenti, per questo bel regalo!

Un tuffo nel passato

Siamo ormai sul podio e, al terzo posto, non possiamo che trovare il marsupio di finta pelle. Dopo una lunga carriera passata a calcare le passerelle di tutto il mondo, anche questo accessorio ha ormai fatto il suo tempo. Nonostante l’apparente praticità, quindi, il marsupio di finta pelle va inserito nel novero dei regali brutti. Oltre ad essere fuori moda, infatti, esso presenta una caratteristica peculiare. E’ uno strumento che, normalmente, trova maggior impiego durante l’estate, quando gli uomini, privi di giacche e giacconi, hanno bisogno di una custodia per i propri averi. Ma durante la stagione calda, si sa, la finta pelle del marsupio limita la traspirazione, contribuendo a formare, sui vestiti del malcapitato, orribili chiazze di sudore che fanno rabbrividire qualsiasi osservatore.

L’imbarazzo

regali brutti

Al secondo posto troviamo un grande classico: il maglione della nonna, o della zia. Solitamente regalato per Natale, il pullover artigianale ha in dotazione una trama decisamente imbarazzante, una capacità di generare calore superiore ad un termosifone ed una naturale predisposizione ad imbrattare di pelucchi qualsiasi maglia o camicia si indossi sotto di esso. A tutto ciò va aggiunto il fatto che non può essere riciclato facilmente, perchè, in molte occasioni, presenta le iniziale del malcapitato che lo ha ricevuto. Se volete mettere qualcuno con le spalle al muro facendogli un regalo, beh, il maglione self made fa al caso vostro.

In caso di emergenza

Siamo dunque giunti al primo posto della nostra speciale classifica. La medaglia d’oro dei regali brutti se la aggiudica il completo “docciashampoo + profumo” del supermercato sotto casa. Quando non sapete cosa comprare, o siete in clamoroso ritardo, il set da bagno spesso leva le castagne dal fuoco.

Shampoo

Certo, poi chi lo riceve si trova nella spiacevole situazione di dover fingere stupore, meraviglia ed apprezzamento per un regalo che, chiaramente, sperava di non ricevere. Anche perchè – nessuno lo dice mai – un dono di questo tipo può far sorgere in chi lo riceve il dubbio di essere un soggetto poco “avvicinabile”…

Un’alternativa ai regali brutti

Ed eccoci giunti al termine di questo “speciale” dedicato ai regali brutti che ciascuno di noi, almeno una volta, ha fatto o ricevuto. Vi avevamo promesso però, in apertura, un suggerimento per migliorare il livello dei vostri regali. Se vi trovate nella situazione dover pensare ad un piccolo cadeaux per amici, partner, fratelli o altre creature simili ci permettiamo di proporvi eScape Digitale.

I nostri casi, infatti, possono essere regalati in modo molto semplice (per info clicca qui ), garantendo, a chi li riceve, la possibilità di vivere un’esperienza coinvolgente, intrigante, e di condividerla con altri.

Basta regali brutti! Prova eScape Digitale!